Questo sito utilizza cookie per monitorare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica acconsenti al nostro utilizzo dei cookie.

OK,明白了!

Ren Hang. Nudes

 

 

 

 

展览



2020年06月04日—08月30日

 

curated by Cristiana Perrella

分享



详情
信息

任航. 裸体

策展人:克里斯蒂娜·佩蕾拉 

 

任航展览延长至8月30日

 

鲜明且充满诗意,摄影艺术家兼诗人任航 Ren Hang (1987- 2017)的作品广受好评。 此次展览将首次在意大利亮相其90副摄影作品,同时,还将展出奥地利摄影师彼得·科恩Peter Coeln对2015年任航在维纳瓦尔德拍摄期间的记录,这些摄影作品详细展现了任航创作背后的故事。展览还将呈现与任航作品相关珍贵的书籍与图册。

 

任航因探索人体、身份、性和人与自然关系而出名。自由和叛逆的中国新青年是他创作的主角。

 

在他的摄影作品中,主体对象大多是裸体。他们出现在北京摩天大楼的屋顶上; 在高大的树木森林里; 在莲花池塘里; 在有金鱼游荡的浴缸里; 在光秃秃的房间里。唯一的相同,可能就是他们有一样冷漠的面孔,一样摆成不自然的姿势的四肢。天鹅、孔雀、蛇、樱桃、苹果、花和植物都被用做道具,充满了荒诞感,也具有极强的感染力。

 

虽然充满争议,常伴有挑衅性的姿势和明确曝露的性器官,有时会指到施虐受虐狂及物神崇拜,但他的作品却很难被定义。他的图像激烈浓郁,神秘感与优雅会让图像显得有诗意的,也笼罩着一抹忧郁与疏离。模特的身体都具有相似的特征,苗条、光洁无毛、白皮肤、黑头发、女性特有的鲜红色口红和指甲,这些特征都被转化为了雕塑形式,性别并不再重要。作品的目的不是唤起欲望,而是想打破关于裸体的禁忌,挑战仍然统治中国社会的传统道德。确实在中国集体想象中裸体与色情是分不开的,因此裸体艺术在艺术历史当中未有自己的空间。 正是如此,任航的摄影作品经常被审查。“我们生来就是赤裸裸的...我只是拍下他们最自然的状态"(任航)

 

Sky Arte is media partner for Ren Hang. Nudes exhibition

 

Ren Hang. Nudes, view from the exhibition at Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci, Prato. 
Photo ©️Ela Bialkowska, OKNO Studio.

 

[4403,4402,4401,4400]

 





网视 / PROMO
Ren Hang. Nudi | Shortcuts

REN HANG. NUDI

a cura di Cristiana Perrella
 4 giugno – 23 agosto 2020

 

Esplicito ma anche poetico, il lavoro dell’acclamato fotografo e poeta cinese Ren Hang (1987– 2017) è esposto per la prima volta in Italia con una selezione di 90 fotografie, accompagnate da un portfolio che documenta il backstage di uno shooting di Ren Hang nel Wienerwald nel 2015 e  un’ampia sezione di libri rari sul suo lavoro.

Ren Hang è noto soprattutto per la sua ricerca su corpo, identità, sessualità e rapporto uomo-natura, che ha per protagonista una gioventù cinese nuova, libera e ribelle.

Per lo più nudi, i suoi soggetti appaiono su un tetto tra i grattacieli di Pechino, in una foresta di alberi ad alto fusto, in uno stagno con fiori di loto, in una vasca da bagno tra pesci rossi che nuotano oppure in una stanza spoglia, i loro volti impassibili, le loro membra piegate in pose innaturali. Cigni, pavoni, serpenti, ciliegie, mele, fiori e piante sono utilizzati come oggetti di scena assurdi ma dal grande potere evocativo. Sebbene spesso provocatoriamente esplicite nell'esposizione di organi sessuali e nelle pose, che a volte rimandano al sadomasochismo e al feticismo, le immagini di Ren Hang risultano di difficile definizione, scottanti e allo stesso tempo pure, permeate da un senso di mistero e da un’eleganza formale tali da apparire poetiche e, per certi versi, melanconiche. I corpi dei modelli – tutti simili tra loro, esili, glabri, dalla pelle bianchissima e i capelli neri, rossetto rosso e unghie smaltate per le donne – sono trasformati in forme scultoree dove il genere non è importante. Piuttosto che suscitare desiderio, queste immagini sembrano voler rompere i tabù che circondano il corpo nudo, sfidando la morale tradizionale che ancora governa la società cinese. In Cina infatti, il concetto di nudo non è separabile da quello di pornografia e il nudo, come genere, non trova spazio nella storia dell’arte. Le fotografie di Ren Hang sono state per questo spesso censurate. “Siamo nati nudi…io fotografo solo le cose nella loro condizione più naturale” (Ren Hang).

 

Quando

04.06.2020 — prorogata fino al 30 agosto 2020
Foto in copertina: Ren Hang, Untitled, 2015. Courtesy OstLicht Gallery e Ren Hang Estate

 

Sky Arte è Media Partner della mostra Ren Hang. Nudi


网视 / MOSTRE
Ren Hang. Nudi | intervista a Cristiana Perrella

Ren Hang. Nudi

a cura di Cristiana Perrella

04 giugno —30 agosto 2020

 

Esplicito ma anche poetico, il lavoro dell’acclamato fotografo e poeta cinese Ren Hang (1987– 2017) è esposto per la prima volta in Italia con una selezione di 90 fotografie, accompagnate da un portfolio che documenta il backstage di uno shooting di Ren Hang nel Wienerwald nel 2015 e un’ampia sezione di libri rari sul suo lavoro. Ren Hang è noto soprattutto per la sua ricerca su corpo, identità, sessualità e rapporto uomo-natura, che ha per protagonista una gioventù cinese nuova, libera e ribelle. Per lo più nudi, i suoi soggetti appaiono su un tetto tra i grattacieli di Pechino, in una foresta di alberi ad alto fusto, in uno stagno con fiori di loto, in una vasca da bagno tra pesci rossi che nuotano oppure in una stanza spoglia, i loro volti impassibili, le loro membra piegate in pose innaturali. Cigni, pavoni, serpenti, ciliegie, mele, fiori e piante sono utilizzati come oggetti di scena assurdi ma dal grande potere evocativo. Sebbene spesso provocatoriamente esplicite nell'esposizione di organi sessuali e nelle pose, che a volte rimandano al sadomasochismo e al feticismo, le immagini di Ren Hang risultano di difficile definizione, scottanti e allo stesso tempo pure, permeate da un senso di mistero e da un’eleganza formale tali da apparire poetiche e, per certi versi, melanconiche. I corpi dei modelli – tutti simili tra loro, esili, glabri, dalla pelle bianchissima e i capelli neri, rossetto rosso e unghie smaltate per le donne – sono trasformati in forme scultoree dove il genere non è importante. Piuttosto che suscitare desiderio, queste immagini sembrano voler rompere i tabù che circondano il corpo nudo, sfidando la morale tradizionale che ancora governa la società cinese. In Cina infatti, il concetto di nudo non è separabile da quello di pornografia e il nudo, come genere, non trova spazio nella storia dell’arte. Le fotografie di Ren Hang sono state per questo spesso censurate. “Siamo nati nudi…io fotografo solo le cose nella loro condizione più naturale” (Ren Hang).




地点
Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci

Viale della Repubblica, 277, 59100 Prato PO, Italia


Tickets
Full 7€ 

Reduced 5€

相关文章
展览
2020年05月21日—09月27日
Adrian Paci, Interregnum


分享