OK, ho capito

Queer Tour - Visita guidata con Porpora Marcasciano e Liana Borghi

In collaborazione con Ireos

EVENTI



2 marzo 2019 h 18:00

condividi



informazioni

Nella settimana finale della mostra Soggetto nomade. Identità femminile attraverso gli sguardi di cinque fotografe italiane 1965-1985, a cura di Cristiana Perrella e Elena Magini, il Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci presenta un programma di eventi che, articolandosi tra proiezioni di film, visite tematiche e incontri con le fotografe in mostra, approfondisce i temi espressi attraverso il progetto espositivo. 

 

In questo contesto si inserisce la visita alla mostra realizzata in collaborazione con Ireos, con due guide d’eccezione, Liana Borghi e Porpora Marcasciano, per riflettere sul transitare delle identità attraverso il racconto delle esperienze personali e del pensiero critico che scaturisce dalle immagini esposte. Entrambe testimoni protagoniste degli anni rappresentati dalle fotografie in mostra, Liana e Porpora non hanno smesso di attraversare i femminismi e le tematiche queer con il proprio pensiero e con l'azione di militanza continua e quotidiana. La riflessione su queste tematiche si rivela ancora oggi uno degli ambiti di dibattito privilegiati per le necessarie conquiste culturali. Il pensiero sul nomadismo dei generi è un dispositivo utilissimo a smontare il discorso dominante, a disvelare pratiche di discriminazione e sopraffazione, a definire categorie nuove, più comprensive, e a determinare nuovi diritti. A questo proposito la collaborazione fra la realtà istituzionale del Centro Pecci e il mondo dell'associazionismo vuole essere coraggiosa e innovativa, e usare il dialogo come elemento prezioso per colmare distanze e creare reti di esperienze inedite utili a proseguire sulle nomadi e plurali strade delle conquiste sociali e culturali. 

 

 

Ireos è un’associazione di volontariato che opera nell’ambito della promozione della salute, della cultura e dei diritti della Comunità Queer, gay, lesbiche, transgender, transessuali, bisessuali, intersessuali. È un centro servizi con un Consultorio della Salute, in cui da oltre vent’anni si offrono consulenze, gruppi di autoaiuto, ad orientamento gestaltico, counseling, e dove è possibile fare il test dell’hiv. Organizza il Florence Queer Festival, rassegna internazionale di cinema e arte a tematica gay, lesbica e trangender all’interno del quale si inserisce il VideoQueer, concorso per cortometraggi a tematica queer. Realizza interventi nelle scuole, corsi di formazione, laboratori e convegni, inoltre mostre, feste, cene ed altre attività ricreative. È tra le associazioni fondatrici del Comitato Toscana Pride, di cui ha ricoperto il ruolo di portavoce al primo Pride a Firenze nel 2016. 

 

 

Liana Borghi è stata ricercatrice di letteratura Anglo-Americana all’Università di Firenze, e referente per l’Università di ATHENA, la rete tematica europea Socrates di women’s studies; è socia fondatrice della  Società Italiana delle Letterate (SIL), e socia dell’associazione Il Giardino dei Ciliegi di Firenze. Occupandosi estesamente di intercultura di genere e scrittura delle donne, ha lavorato e pubblicato su l’etica sociale dell’Ottocento, donne viaggiatrici, scrittrici ebree americane, narrativa e teoria lesbica, e ha tradotto testi di Kate Chopin, Adrienne Rich, Audre Lorde e Donna Haraway. Dirige con Marco Pustianaz la collana ‘àltera’ per l’editore ETS di Pisa.  

 

Porpora Marcasciano è presidente onorario del MIT (Movimento Identità Trans), di cui è stata fondatrice e attivista fin dagli anni Settanta. Ricopre inoltre la carica di vice presidente dell’ONIG (Osservatorio Nazionale Identità di Genere). Laureata in sociologia ha realizzato e coordinato diverse ricerche sul tema del transessualismo e identità di genere soprattutto in ambito storico producendo pubblicazioni e saggistica. È responsabile del Consultorio ASL/MIT che è tra i principali centri specialistici italiani. Ha ideato e messo a punto la strategia di Riduzione del danno nel mondo della prostituzione, coordinando il progetto specifico del Comune di Bologna e Regione Emilia Romagna dal 1997 ed è consulente sulle questioni inerenti l’esperienza trans di diversi progetti italiani. Svolge attività di formazione presso enti e istituti. Dal 2008 dirige Divergenti Festival del Cinema Trans tra le principali rassegne di cinema specialistico in Europa, si occupa della raccolta di fonti orali e documentazione per la ricostruzione di una storia trans e ha pubblicato numerosi libri sull’argomento. 

 

 

Quando

sabato 2 marzo, ore 18.00

 

Ingresso

Visita guidata gratuita al prezzo del biglietto d'ingresso

 

Foto: Pubblico in visita alla mostra Soggetto nomade presso il Centro Pecci, ph OKNO Studio

 




Dove
Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci

Viale della Repubblica, 277, Prato


Quando

sabato 2 marzo, ore 18.00

 

Ingresso

Visita guidata gratuita al prezzo del biglietto d'ingresso

 

Foto: Pubblico in visita alla mostra Soggetto nomade presso il Centro Pecci, ph OKNO Studio

 



condividi